NUOVO ACCORDO TERRITORIALE DI ROMA CANONE CONCORDATO

Confabitare, Unioncasa e Assocasa (CUA) hanno rinnovato l‘Accordo Territoriale di Roma per le locazioni a canone concordato, con l’obiettivo di fornire maggiore chiarezza e comprensione riguardo alle locazioni di questo tipo. Molte le novità del nuovo accordo che si applica ai contratti sottoscritti dal 4 Settembre 2023.

Il nuovo Accordo “CUA” ha assunto, presso il Dipartimento Valorizzazione del Patrimonio e Politiche Abitative del Comune di Roma, il Prot. QC/2023/84927 del 7/8/2023.

Accordo territoriale canone concordato a Roma, le novità

Diverse le novità introdotte nel rinnovo dell’accordo territoriale del canone concordato:

  • Parametri di Scoring sono stati ridotti a 30; sono stati eliminati i Parametri Premium;
  • si è leggermente rimodulato il criterio di posizionamento all’interno della Fascia C;
  • sono state stabilizzate, ma aggiornate, le fattispecie di transitorietà speciali introdotte nel 2020 per effetto del CoViD, di regola non applicabili ma che entrano in vigore nel caso di Stato di Emergenza Nazionale;
  • non è più necessario, nel caso di alloggi completamente arredati, inviare all’Organizzazione l’Inventario “ai fini dell’Attestazione”;
  • nei casi particolari per i quali è previsto un supporto bilaterale, non è più necessario ricorrere al Contratto Assistito, ma è sufficiente un’Attestazione Bilaterale. In tutte e tre le tipologie contrattuali è prevista una premialità per il conduttore che presta garanzie di importo pari ad almeno 12 mensilità, sfoltendo le precedenti 4 casistiche sul punto.

Con riferimento alla Parte Terza, che regola i Contratti per Studenti è stato ben chiarito:

  • quali siano le istituzioni formative che danno diritto ai propri iscritti fuori sede di stipulare un Contratto per Studenti, con degli esempi specifici; la particolarità nel caso degli studenti Erasmus e di altri visiting students;
  • il fatto che, dopo il primo rinnovo, il Contratto per Studenti non può essere ulteriormente prorogato; quale debba essere la procedura di avvicendamento di studenti nel medesimo Contratto.

Una delle novità più importanti è poi l’introduzione di una premialità per i locatori che intendano stabilizzare le esigenze alloggiative degli studenti stipulando un Contratto “lungo” (2 anni + 2, fino a 3 anni + 3), quale alternativa alle locazioni turistiche brevi.

Fiore all’occhiello della riformulazione delle regole dei Contratti per Studenti è stato il gradimento e l’adesione da parte di DiSCo, l’Ente Regionale per il Diritto allo Studio e alla Conoscenza, che è, istituzionalmente, uno dei possibili Conduttori di questo tipo di Contratti.

IL NUOVO TESTO E CONSULTABILE SUL LINK DEL COMUNE DI ROMA

QC20230097987-ACCORDO_TERRITORIALE_DI_ROMA_DEL_7_AGOSTO_2023_SIGNED.PDF (comune.roma.it)